close
FEATURENEWSPlayStationPS5

PS5: tutto dal reveal tecnico, mostrate le specifiche ufficiali

Oggi si è tenuto il reveal tecnico di PS5, nel quale Mark Cerny ci ha ampiamente informato di tutte le capacità tecniche di PS5. In questo articolo approfondiremo principalmente il reveal, citando anche le specifiche della console ventura.

PS5 è una console molto dev-friendly, per come sta venendo costruita. Il primo esempio è il fatto che per comprenderne a pieno le sue potenzialità [rimando al video] ci vogliano per gli sviluppatori meno di un mese, contro gli 1-2 mesi di PS4, i 6-12 mesi di PS3 e i 3-6 mesi di PS2. Inoltre, Cerny si è sbilanciato sullo spiegare che PS5 avrà una SSD, e sulle ragioni per cui la avrà al posto del solito HDD.

Cerny ha spiegato il funzionamento degli hard drive, divulgandosi sull’argomento senza dubbio molto più del necessario, spiegando quindi le modifiche che avere un SSD avrà a PS5. Si tratta di valori impressionanti: mentre l’HDD di PS4 impiega 20 secondi per calcolare 1 GB di contenuto, l’SSD di PS5 ne impiega 0.135 (0.27 secondi ogni 2 GB). Si tratta di un potere più di cento volte più potente (circa 138, per l’esattezza)! L’immagine qui sotto illustra la situazione.

Come conseguenza, non sarà più necessario per gli sviluppatori elaborare strategie per calcolare il terreno, come fino ad oggi si è sempre fatto (Cerny ha fatto l’esempio di Heaven City in Jak II e di come fosse pieno di cunicoli per permettere il caricamento). Inoltre, sarà possibile evitare i lunghi tempi per l’installazione delle patch, visto che nella maggior parte del loro tempo si sta semplicemente trasferendo l’informazione sull’hard disk anziché installandolo.

La console si avvalerà anche di Kraken, una metodologia già molto in voga fra gli sviluppatori che permette di risparmiare tempo e caricare il 10% di materiale in più. Con tutto ciò, PS5 sarà in grado di avere una potenza pari a 5.5 GB al secondo.

PS5, inoltre, utilizzerà una AMD RDNA 2 personalizzata, proprio come Xbox Series X, ed è stata confermata la retrocompatibilità per PS4 e PS4 Pro. Tuttavia, non tutti i giochi saranno disponibili fin dal lancio: per ora sono stati confermati solamente i 100 giochi più giocati per la piattaforma.

Con PS5 sarà inoltre resa molto più semplice la gestione dei poligoni base (nella presentazione viene fatto l’esempio dei triangoli) grazie al nuovo Geometry Engine. Presenzierà anche il ray tracing, reso noto da NVIDIA e dalla sua pubblicità (si tratta di una tecnica per migliorare il rendering dell’illuminazione), che vedrà impatti su audio, illuminazione globale, ombre e riflessi.

L’architettura dell’RDNA 2, inoltre, avrà delle dimensioni maggiori rispetto a quelle PS4, con il numero di transistor aumentato del 62%. Quindi, mentre PS5 avrà 36 CU, PS4 ne ha 58 ma di potenza minore. Questa potenza porterà ad una nuova tecnologia per il raffreddamento, che tuttavia non è ancora stata mostrata. La potenza della console sarà quindi di 10.3 TeraFlops, 2.23 GHz per la GPU 3.5 GHz per la CPU.

La parte finale della presentazione di PS5 si è concentrata sul 3D Audio (l’immagine qui sopra mostra il concetto in maniera semplice: la pioggia arriva anche da dietro); sebbene in realtà tutto quello che abbiamo visto è di natura sperimentale. Molto importante a tal livello è l’HRTF (che rappresenta il modo in cui l’orecchio individuale – il grafico varia per ognuno – riceve i suoni).

Questo verrà fatto tramite il TempestEngine; inoltre al lancio di PS5 sarà possibile scegliere fra cinque HRTF predefiniti in base ad un gioco o qualcosa di simile che valuterà a quale il singolo giocatore si avvicina di più.

Ricordiamo che PS5 è in arrivo per la fine del 2020.

Tutto su PS5

Tags : cernydatadatidimarkps5revealspecifichetecnichetecniciuscita
fil8

The author Phil

Founder di gamesview.it, Phil è uno dei principali newser e recensore del sito. Ogni tanto, anche l’approfondimento videoludico entra nelle sue vene e scaturisce con articoli contenenti previsioni o opinioni.

Leave a Response