close
APPROFONDIMENTO VIDEOLUDICONEWS

La casualità nei videogiochi non è uguale

La meccanica del caso nei videogiochi può essere frustrante. Perdere un tiro del 90% su XCOM, quando ne hai davvero bisogno per colpire, può far sì che alcuni giocatori lancino il proprio controller o smettano di giocarci per la rabbia. Ma non tutta la casualità riscontrata nei videogiochi è la stessa e il modo in cui gli sviluppatori usano la casualità può farti urlare o rallegrare.

In un recente video del Toolkit di Game Maker, l’argomento della casualità viene esaminato e suddiviso. Le cose non sono così semplici come potresti pensare. I giochi non lanciano solo dadi virtuali in sottofondo per compensare tutto ciò che accade.

Ci sono fondamentalmente due tipi di casualità nei giochi. Input randomness, ovvero quando accade qualcosa di casuale prima che il giocatore abbia un input nel gioco. Questo è comunemente visto nei roguelike, dove i livelli sono generati casualmente senza l’input del giocatore. L’altro tipo di casualità è la casualità di output randomness. Qui è dove il giocatore prende una decisione o intraprende un’azione e il gioco poi capisce cosa succede sulla base di una possibilità casuale. Ecco come funzionano i turni su XCOM.

Per molti giocatori, l’output randomness è la più frustrante delle due. Perdere colpi cruciali o attacchi in un gioco può far sentire i giocatori come se il gioco li stesse ingannando o rovinandoli. Questo perché gli umani sono semplicemente terribili con i numeri. In effetti, alcuni giochi eseguiranno alcuni trucchi dietro le quinte per assicurarsi che il risultato delle tue scelte non sia puramente casuale. Ad esempio, in Civilization i giocatori che perdono due probabilità del 33% di battaglie consecutive vinceranno la battaglia successiva. Questo perché i nostri cervelli sono collegati per aspettarsi questo risultato.

Ma la casualità dell’input può anche causare problemi. Nei giochi con potenziamenti casuali, ad esempio, un giocatore potrebbe trovare qualcosa di veramente buono all’inizio. Questo potrebbe essere divertente, ma può anche far confondere un giocatore. Ho giocato bene in questa corsa o è stato solo grazie a quell’elemento fortunato che mi ha aiutato? Questo tipo di possibilità casuale può anche portare i giocatori a riavviare il gioco più volte, cercando di ottenere un risultato migliore.

Nessuna delle due casualità è migliore o peggiore. Entrambi possono essere utilizzati per creare esperienze fantastiche o rovinare il divertimento di un giocatore. La chiave è sapere quando usare quali, come bilanciarli equamente e lasciare che i giocatori vedano abbastanza informazioni e statistiche per sentirsi meglio.

Vale la pena guardare il video completo per imparare ancora di più su come funziona la casualità nei videogiochi e su come gli sviluppatori lo usano per rendere i giochi più eccitanti e per far sentire i giocatori più tattici.

Fonte: kotaku

Tags : CasualGame MakerinputoutputrandomnessToolkitXcom

Leave a Response