close

Questo 19 agosto si terrà – oltre ad un altro Stadia Connect e all’Inside Xbox – la prima Gamescom Opening Night Live 2019, evento che sembra promettere più che bene. Molti sono, infatti, i publisher che hanno confermato la loro partecipazione all’evento, fra Ubisoft e Sony.

Gamescom Opening Night Live 2019: di cosa si tratta?

Newbie? Nessun problema. Gli anni scorsi, ad aprire la Gamescom c’era un lentissimo (credetemi o no, più lento dell’EA Play di quest’anno) e abbastanza vuoto (un’ora di durata per due trailer) show che, l’hanno scorso, ha visto fra i titoli presentati The Dark Pictures Anthology: Man of Medan, in uscita questo fine agosto.

Quest’anno, però, la Koelnmesse sembra aver girato i tacchi, istituendo la Gamescom Opening Night Live, che vedrà come conduttore Geoff Keighley, noto per i The Game Awards. Sono già molti i publisher rivelati che vi parteciperanno e, onestamente, l’hype ci è abbastanza cresciuta dopo aver visto l’elenco.

Dopo questa infarinatura generale, quindi, possiamo procedere con i confermati e le nostre aspettative, che potrebbero (come non potrebbero) avverarsi.

Gamescom 2019: tutti gli appuntamenti della fiera

I confermati

Iniziamo in quarta con i titoli la cui presenza è stata confermata, sia da Geoff Keighley che dalle software house stesse. Partiamo con Death Stranding, che ha visto la sua conferma sia sui canali social di Geoff Keighley che su quelli di Hideo Kojima. Non si sa cosa vedremo del titolo, ma siamo portati a supporre si tratti di un trailer “generico”. Non è, tuttavia, da escludere l’ipotesi che vedremo un trailer dedicato ad un personaggio, sul modello di quello di Heartman.

Confermato anche Gears 5, che vedrà una dimostrazione della modalità Horde nell’Inside Xbox precedente l’Opening Night (esso si terrà alle 17,00 italiane), sarà presente anche alla Opening Night Live con un trailer riguardo la campagna. Ricordiamo che la data di uscita del titolo è fissata per l’8 novembre 2019.

Più sul vago è SEGA, che ha confermato avanzerà un nuovo AAA proprio in questa occasione. Le speculazioni sono cominciate, da Virtua Fighter fino a Total War, passando per lo shooter di Creative Assembly. Insomma, cosa possiamo aspettarci da un’azienda che certo è già stata nel fiore degli anni e, sebbene non sia stata in grado di rimanerci come ha fatto la casa di Kyoto, potrebbe essere ancora in grado di sfornare qualche perla?

Le effettive conferme finiscono qui, ma abbiamo una lista di quindici publisher che parteciperanno all’evento. Si parla di 2K, Activision, Bandai Namco Entertainment, Bungie, Capcom, Electronic Arts, Epic Games, Google Stadia, Koch Media/Deep Silver, Private Division, SEGA, Square Enix, Sony Interactive Entertainment, THQ Nordic GmbH, Ubisoft e Xbox Game Studios, per le confermate.

Nel terreno dell’incertezza

Iniziamo da Need for Speed 2019 (nome provvisorio), che era stato annunciato come non-partecipante all’EA Play ma che uscirà nel corso del 2019: ebbene, quale occasione migliore per annunciarlo? Si tratterebbe, probabilmente, soltanto di un trailer vago, ma non è da escludere una data di uscita, in quanto sarebbe conforme al modus operandi Electronic Arts.

Procediamo con Call of Duty: Modern Warfare, del quale potremmo vedere un nuovo trailer, e Twin Mirror, del quale speriamo di vedere una data di uscita dopo il suo annuncio lo scorso E3. Anche Bungie sarà presente, molto probabilmente con nuovi contenuti per Destiny 2, forse la prossima espansione, anche se tendiamo a credere ciò sia difficile.

Come non citare poi Google Stadia, che potrebbe presentare una delle sue esclusive, dopo il suo Connect che avrà luogo un’ora prima. Presenti anche Private Division, che dovrebbe mostrare la data di uscita di Ancestors: Humankind Odyssey nella sua versione console, e la già citata SEGA.

Da Square Enix, invece, potremmo aspettarci novità riguardo Kingdom Hearts 3: ReMindFinal Fantasy 7 RemakeAvengers, con rispettivamente la data di uscita e dei trailer. Anche THQ Nordic potrebbe annunciare qualche novità riguardo ai titoli annunciati prima dell’E3, soprattutto Darksiders Genesis.

Attese anche novità su Minecraft DungeonsThe Outer Worlds, e parlando di Ubisoft Gods & Monsters. PlayStation porterà invece Death Stranding, anche se in fondo in fondo stiamo tutti aspettando la data di The Last of Us: Part II… Disclaimer: lo abbiamo inserito solo per scaramanzia, è più probabile vederla alla PlayStation Experience o ai The Game Awards.

Ricordiamo che la Gamescom Opening Night Live 2019 si terrà il 19 agosto alle 20,00 italiane.

Tags : 2019annuncicestconfermedatagamescomgeoffitaliakeighleyorarumorspeculazionitrailer
fil8

The author Phil

Founder di gamesview.it, Phil è uno dei principali newser e recensore del sito. Ogni tanto, anche l’approfondimento videoludico entra nelle sue vene e scaturisce con articoli contenenti previsioni o opinioni.

Leave a Response