close

Questo venerdì si è tenuto un live stream di Capcom riguardo Monster Hunter, proprio in seguito al gameplay reveal durante lo State of Play. Si è approfondita molto l’espansione Iceborne, per poi concludere parlando del gioco.

La trasmissione inizia a 30:20, nel video qui sopra riportato.

Il live stream inizia riconfermando la data d’uscita annunciata durante lo State of Play: si parla del 6 settembre 2019 (solo per console, per l’edizione PC la data è ancora da confermare). Lo sviluppo di Iceborne è stato sviluppato in parallelo a quello di Monster Hunter: World, quindi possiamo attenderci una colossale espansione. Dopo questa informazione, i conduttori si sono presentati ed è stato nuovamente mostrato il Gameplay Reveal, già visto durante lo State of Play:

Iceborne è un’espansione di Monster Hunter: World, uscito all’inizio del 2017. Il titolo è ambientato in seguito alla conclusione del gioco principale, ma la trama è stata tenuta segreta per evitare spoiler. Il titolo comprenderà anche un nuovo rango, il Master Rank, che sarà più alto dei ranghi alti. Ha lo stesso ruolo del G Rank nei precedenti titoli della saga.

Ambientazione

Ma veniamo all’ambientazione: la regione di Iceborne sarà la più grande dell’intero gioco, ma verrà sbloccata interamente solo una volta giunti a metà gioco.Essa è un paesaggio montano innevato, richiesto da molti fan della serie, detto Hoarfrost Reach. L’area è caratterizzata da neve e un freddo polare, e differisce dalle aree del gioco principale, per via della cura, a detta dei produttori, maniacale per i dettagli. In più, i giocatori lasceranno una traccia con i loro passi per via della numerosa neve e, dato che nelle zone fredde la stamina diminuisce velocemente, l’area è ricca di piante apposite per alleviare il problema.

Le piante, come il peperoncino mostrato nelle parti di gioco visibili durante il live stream, saranno utilizzabili per creare bevande calde, che rimuoveranno gli effetti del caldo. Questa funzione è già stata disponibile in alcuni titoli passati della serie. L’area iniziale sarà simile ad una foresta e sarà colma di alberi. Alcuni animali ivi presenti saranno familiari ai giocatori, come i Popo, e ci saranno anche animali inediti, come gli scarabei che si comportano come formiche detti Rime Beetles (in inglese). Certo è che la fauna straripa, vista l’ambientazione polare.

Anche in questa ambientazione, saranno presenti le anatre volanti (eng. wingdrakes), dette Cortos, che potranno portarvi in giro a piacimento. La funzione, quindi, già presente in Monster Hunter World, torna nella sua espansione Iceborne. Tornando al riscaldamento e al problema del gelo, invece, saranno disseminate nell’area varie zone calde, per far rigenerare il personaggio. Queste hanno lo stesso effetto delle bevande calde, ma a fare compagnia al giocatore vi saranno anche delle scimmie, la fauna locale.

Mostri

Nell’espansione verranno aggiunti molti mostri inediti, ed un esempio è il Banbaro, visibile nell’immagine qui accanto. Esso è una viverna malvagia, ed è un mostro che incontrerete principalmente nelle fasi iniziali del gameplay. I suoi attacchi sono diretti, ma di solito attacca anche gli altri mostri. A caratterizzarlo le massicce corna sul capo,che utilizzerà per caricarti; per questo motivo molti degli attacchi sono diretti (come già specificato). Le corna, però, raccoglieranno tutto ciò che incontrerà sul suo percorso: massi, tronchi o altro.

Ovviamente, se agli attacchi unisce elementi ambientali questi divengono più potenti. Il mostro è solito cibarsi di piante, e non è carnivoro. Tende anche a vivere una vita pacifica, recandosi anche a bere alle zone calde.

Ma passiamo ad un altro mostro: il Beotodus, visibile nell’immagine qui a sinistra. Esso è il primo mostro propriamente detto con cui combatteremo in Iceborne, soprattutto per quanto riguarda le dimensioni. Al Beotodus piace fare “immersioni” sotto la neve, per poi ricomparire in stile mammifero marino; per questo motivo i combattimenti con lui avverranno quasi sempre in zone con molta neve.

In aggiunta, il mostro si muoverà con metà corpo nascosto dalla neve, proprio come i giocatori. Attaccherà quando si trova sotto la neve, quindi sarà necessario trovare un modo per fare uscire il mostro dalla sua bianca copertura. Anche il Beotodus, come il Banbaro, si trova nelle fasi iniziali del gioco e per questo sarà possibile trovare un Banbaro combattere contro un Beotodus. Esso è un carnivoro, a differenza del Banbaro.

In Iceborne, faranno il loro ritorno anche altri mostri, come Nargacuga, che ha visto la sua prima apparizione in Monster Hunter: Freedom Unite. Esso apparirà circa a metà storia, con attacchi scaltri e il suo modo di combattere impulsivo. Le caratteristiche che l’hanno caratterizzato in Freedom Unite, ovviamente, torneranno in Iceborne.

L’aspetto esteriore è, tuttavia, mutato per dargli un sapore più tipico delle ghiacciate lande che vedono l’ambientazione del gioco. Parteciperà anche in delle guerre per il territorio con altri mostri, come Rathalos.

A chiudere il cerchio dei mostri mostrati è Velkhana,  mostro caratteristico di Iceborne ed esclusivo all’espansione. Si tratta di un drago anziano, simile a quelli cui si dà la caccia per tutta la durata del gioco principale. Essendo un drago, ovviamente, non attaccherà come gli altri mostri: tuttavia, il suo attacco è stato per ora tenuto nascosto, dicendo che verrà apprezzato dai giocatori.

Nuove azioni da cacciatore

L’espansione ghiacciata di Monster Hunter World: Iceborne vedrà un ampliamento delle mosse fattibili: in primo luogo, lo Slinger, meccanica introdotta da Monster Hunter World che poteva essere utilizzata soltanto se l’arma era guainata. In Iceborne, tuttavia, l’azione sarà fattibile priva di tale limitazione. È stata anche aggiunta una nuova caratteristica allo Slinger, detta Clutch Claw, che permetterà al giocatore di incendiare un artiglio mentre lo Slinger è in uso. Ciò vi permetterà di arrampicarvi sui mostri e, una volta sopra un mostro, potrete eseguire molti attacchi e combo.

Sono poi state aggiunte diverse combo, con nuovi elementi per tutti i tipi di armi. Parlando, ad esempio, di spade, sarà ora possibile incendiare Slinger più forti durante le combo. Tale azione è detta Power Shot e, nonostante il suo funzionamento con corto raggio, è molto potente. Per fare un altro esempio, con la doppia lama, sarà possibile scagliare colpi più potenti mentre si scatterà.

Sono state aggiunte altre funzionalità anche all’arco leggero, e anche alcune personalizzazioni. Un esempio di mod mostrata durante il live stream permetteva di ricaricare le munizioni durante lo scatto. Non sono state rivelate molte armi, ma verrà rilasciato in futuro un video informativo a riguardo.

Informazioni generali

Rivelate le informazioni sul gioco in sé, la palla è passata alle informazioni di carattere generico sulla release del gioco. In primo luogo, se sei già possessore della versione digitale o fisica di Monster Hunter World, ti basterà comprare il DLC in digitale. Per quanto, invece, riguarda il release del DLC, oltre al gioco che include Monster Hunter World come Iceborne (chiamato Monster Hunter World: Iceborne – Master Edition, sarà possibile l’acquisto della Deluxe Edition.

Essa conterrà un set di armature, un set di sticker, tre gesti, una pittura facciale, un’acconciatura e un set per la decorazione di stanze. Se siete già in possesso del gioco, ma volete comunque accedere a questi benefici in-game, potrete acquistarli separatamente nell’Iceborne Deluxe Kit.

Parlando di pre-order, invece, vi sarà un bonus per chi lo effettuerà: si parla di un armatura del set Yukumo, molto apprezzata dai fan. Inoltre, è già possibile preordinare il titolo; per la versione su Steam, invece, è pianificato un release questo inverno e non molto tempo tempo come per il gioco completo.

Monster Hunter World

Prima della conclusione del live stream, sono state presentate anche dell novità da Monster Hunter World. In primo luogo, Nergigante, mostro principale di Monster Hunter World, apparirà nella sua forma più difficile. La quest sarà a tempo limitato, e sarà disponibile a partire dall’11 maggio all’1:00 del mattino (ora italiana). Nella sua forma più difficile, Nergigante avrà degli attacchi molto rapidi che seguiranno i suoi attacchi normali. Esso avrà anche un nuovo schema di movimento e qualche piccola aggiunta.

Utilizzando i materiali che otterrete dal mostro, potrete costruire l’Armatura Gamma Nergigante, armatura molto potente. Sarà anche in arrivo un tema dinamico di Nergigante per PS4, con come sottofondo il main theme di Monster Hunter World, come immagine un Nergigante (ovviamente) e le icone sembreranno come “assaltate” dall’omonimo mostro. Esso è visibile nell’immagine qui sopra, direttamente dalla presentazione. Il tema è già disponibile per l’acquisto sul PlayStation Store.

Ricordiamo che Monster Hunter World: Iceborne uscirà il 6 settembre 2019 su PS4 e Xbox One e questo inverno su Steam. Maggiori informazioni sul titolo saranno disponibili in occasione dell’E3 2019.

Tags : 120194aspettativebanbarobeotoduscapcomcortosdatadeluxedie3editiongaminghuntericeborneinvernoititaitaliaitalianaitalianiitalianokitmastermonsternargacuganergigantenewsnotizieonepcplaystationplaystation4ps4settembrespringsteamsvizzeratemaupdateuscitavelkahanavideogiochiworldxboxxbox1xone
fil8

The author Phil

Founder di gamesview.it, Phil è uno dei principali newser e recensore del sito. Ogni tanto, anche l’approfondimento videoludico entra nelle sue vene e scaturisce con articoli contenenti previsioni o opinioni.