close

Durante il Direct del 13.02.2019, Nintendo ha annunciato la demo di Yoshi’s Crafted World.

La demo di Yoshi’s Crafted World è relativamente breve – essa è, invero, composta di solamente un livello -, ma riesce a soddisfare per via della sua struttura. Il livello è, invero, ricco di collezionabili e include la possibilità di ripercorrerlo all’indietro.

Tra puzzle e collezionabili

La demo ci conduce in un mondo fatto interamente di cartone e ce ne fa assaporare un livello. Quest’ultimo è un tutorial fino alla metà, superata la quale ci lascia soli ad affrontare le insidie del livello. Nella parte del tutorial, infatti, ci troveremo a imparare le meccaniche base del titolo, quali l’inghiottimento di nemici con successiva trasformazione in uova di questi e il lancio delle uova.

La piazzetta in cui cercheremo i pezzi mancanti. Uno è visibile sulla sinistra.

Nella seconda parte, invece, Kamek e Baby Bowser ruberanno tre pezzi del treno necessario per concludere il livello, quindi dovremo cercarli in una piazzetta (vedi immagine). Terminata la ricerca, saliremo a bordo del treno che ci porterà alla conclusione del livello.

Il livello, in aggiunta, è ricco di collezionabili. Dalle semplici monete (che portano i Tipi Timidi nell’immagine), alle monete speciali fino a dei fiorellini che dovremo cacciare per il livello. Non sono così semplici da scovare, ma la cosa non diventa mai frustrante. Quest’ultimo riesce, in più, a portare avanti un approccio semi-3D, in quanto il personaggio potrà muoversi avanti e indietro per lo schermo (sempre seguendo i percorsi prestabiliti).

Finito il livello normale, in più, potremo scegliere se dare la caccia per il livello a cinque Poochy (vedi immagine in calce all’articolo) o abbandonare il livello. Questo è il pretesto per farci ripercorrere il livello all’indietro, feature inedita del titolo. Avere un pretesto per farlo è veramente interessante, in quanto mi aspettavo che ciò venisse fatto senza un motivo apparente. Ancora più interessante è, tuttavia, la possibilità di non andare alla ricerca dei Poochy.

Il livello ripercorso all’indietro, in più, non è frustrante e trovare i Poochy sarà abbastanza semplice. Dovremo, poi, tagliare il traguardo dove abbiamo iniziato per completare l’opera.

Mucche di cartone

Terminato il livello sia nel modo classico sia (se si desidera) al contrario, un fantoccio ci chiederà di procurargli cinque mucche come souvenir dalla pianura. Dovremo, quindi, ricalpestare il suolo del livello già concluso e colpire con le uova cinque mucche. Il gioco, comunque, non ci obbliga a riconcludere il livello: una volta raccolte le mucche, potremo uscire immediatamente. Il numero di mucche nel livello è nettamente superiore a cinque, e questo rende il tutto più appetibile.

Il lancio delle uova. Sullo sfondo, una mucca.

Il livello è costeggiato da scenari paesaggistici della pianura e con un’interattività strabiliante: quasi tutti gli oggetti presenti sullo sfondo, difatti, potranno essere scaraventati a terra.

Il grado di difficoltà da me scelto è stato Normale, e a tale situazione il gioco non mi è parso eccessivamente semplice, mantenendo comunque alto un livello di sfida che, in alcuni punti, si fa sentire di meno. Il livello è, tuttavia, generalmente semplice e ha delle decadenze nella fase iniziale del tutorial, in cui sembra di camminare costantemente senza ostacoli. Ciò può, comunque, essere giustificato dal fatto che il livello sia definibile uno pseudo-tutorial.

La parte maggiormente avvincente del livello è la ricerca dei pezzi del treno mancanti, in cui dovremo esplorare degli edifici (di cartone, ovviamente) composti da meccaniche simili a quelle presente in tutto il livello: colpendo un punto (come visibile nell’immagine) o una nuvoletta visibile sullo schermo il livello si modificherà in tal modo da farci passare. Ad esempio, nell’immagine, una volta colpita la casa, questa cadrà divenendo un ponte e permettendoci, quindi, il passaggio.

Altro punto a favore della demo è composta dal fatto che, nelle successive run del livello, la cinematica di Kamek e Baby Bowser che disperdono i pezzi del treno non è stata mostrata. Questo altro non fa che contribuire alla scorrevolezza e all’assenza di frustrazione durante la demo.

Verdetto

Yoshi’s Crafted World, da quanto giocabile nella demo, parte con delle ottime premesse sia dal punto di vista del concept, in cui spicca la reversibilità dei livelli, sia dal punto di vista del gameplay, semplice e lineare. Terminato il livello, in più, la demo propone una caccia alle mucche di cartone, che fanno rivivere il livello da un punto di vista e con uno scopo totalmente differente.

Yoshi’s Crafted World arriverà su Nintendo Switch il 29 marzo 2019.

Tags : costocrafteddatademodieshopimpressioniititaitaliaitalianonintendoopinioniprezzoprovaprovatoswitchtraileruscitaworldyoshiyoshi's
Phil

The author Phil

Founder di gamesview.it, Phil è uno dei principali newser e recensore del sito. Ogni tanto, anche l’approfondimento videoludico entra nelle sue vene e scaturisce con articoli contenenti previsioni o opinioni.