close

Durante il Super Smash Bros. Ultimate Direct, sono stati annunciati tutti gli scenari inediti.

Sono stati mostrati gli scenari classici che prenderanno posto nel titolo, non annunciati all’E3 2018 di Nintendo:

  • Grande Baia;
  • L’isola di Shadow Moses;
  • Salotto;
  • Piana di Gaur;
  • Ottotornante;
  • La zona bidimesionale X;
  • Lo stadio Pokèmon;
  • Serra Speranza;
  • Le profondità di Brinstar;
  • La cima;
  • Lega Pokèmon di Unima;
  • Magicant;
  • Gamer;
  • Destinazione finale.

A seguire, l’annuncio di uno scenario inedito: Municipio di New Donk City (visibile in calce alla notizia). Lo scenario, proveniente da Super Mario Odyssey, avrà alcune comparse tra cui i musicisti della festa e il sindaco. Nintendo ha cercato di migliorare l’aspetto degli scenari e il loro senso di equilibrio. Tuttavia, per gli scenari originari del Nintendo 64, è stato preferito mantenere l’aspetto classico per via dell’effetto nostalgia. Questi sono:

  • Zafferanopoli;
  • Castello di Hyrule;
  • Dream Land;
  • Giungla Kongo.

È stato mostrato poi il numero di stage del nuovo Super Smash Bros. Ultimate rispetto agli altri. Questi i numeri: Super Smash Bros. ne ha 9, Super Smash Bros. Melee 29, Super Smash Bros. Brawl ne ha 41, Super Smash Bros. 3DS ne ha 42 (DLC inclusi), Super Smash Bros. Wii U ne ha 56 (DLC inclusi) e Super Smash Bros. Ultimate ne avrà 103. Ogni scenario può, però, avere la forma de Le Rovine e Omega, quindi 309. Gli scenari, con al massimo otto giocatori, saranno disponibili dal lancio del titolo. Ci sarà anche la possibilità di disattivare i pericoli. L’ordine nel menu per scenari e personaggi, in più, corrisponde a quello d’introduzione nella serie. Infine, con l’opzione Cambio di scenario, due scenari si “fonderanno” tra loro.

Tags : 0820183ds88.088.08.2018agostobroscityDirectdonkgaminghallititaitalianonewnewsnintendonotiziescenariscenariosmashsuperswitchtrailerultimatevideogiochi
fil8

The author Phil

Founder di gamesview.it, Phil è uno dei principali newser e recensore del sito. Ogni tanto, anche l’approfondimento videoludico entra nelle sue vene e scaturisce con articoli contenenti previsioni o opinioni.